Malattia mani-piedi-bocca

Malattia mani-piedi-bocca: febbre, mal di gola ed eruzione cutanea sulle mani

Quando un bambino ha febbre e mal di gola per prima cosa si pensa a un banale raffreddore, ma molti genitori non sanno che può trattarsi anche della malattia mani-piedi-bocca. In questo consiglio per la salute scoprirete cos’è e cosa la rende diversa da un raffreddore o da un’influenza.
La malattia mani-piedi-bocca prende il nome dalle vesciche nella bocca e dall’eruzione cutanea su mani e piedi che la caratterizzano. Tuttavia, non ha nulla a che vedere con l’afta epizootica che colpisce bovini, ovini e suini, di cui è responsabile un’altra famiglia di virus.

Sintomi della malattia mani-piedi-bocca

All’inizio la malattia mani-piedi-bocca assomiglia a un raffreddore o all’influenza, con febbre, perdita di appetito e mal di gola. Poco tempo dopo, nella maggior parte dei casi compaiono vesciche dolorose in bocca, principalmente sulla lingua, sul palato, sulla mucosa della guancia e sulle gengive. Successivamente compaiono macchie rosse piatte o in rilievo oppure vesciche sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi ed eventualmente sulle natiche, causando lieve dolore e/o prurito. Possono essere colpiti anche la zona genitale, i gomiti o le ginocchia.

Come avviene il contagio?

La malattia mani-piedi-bocca è altamente contagiosa. Si trasmette attraverso goccioline in caso di stretto contatto con persone infette, tramite i loro escrementi o su superfici contaminate. I sintomi si manifestano in media da tre a sette giorni dopo il contagio, ma possono ritardare fino a 14 giorni. Si è più contagiosi all’inizio della malattia, ma il virus può essere presente nelle feci ancora per settimane e causare il contagio. La cosa interessante è che la maggior parte delle persone non presenta alcun sintomo: questi malati restano asintomatici, ma sono contagiosi. La malattia mani-piedi-bocca può essere causata da diversi virus della stessa famiglia, quindi è possibile contrarla più volte nella vita. Colpisce soprattutto i bambini, di rado anche gli adulti. Non sono previste precauzioni particolari per le donne incinte, ma nelle prime due settimane di vita dei neonati il rischio di un decorso più grave della malattia è più alto.

Possibilità di trattamento

Non esiste una terapia per curare le cause della malattia mani-piedi-bocca, ma è possibile alleviarne i sintomi, ossia somministrare antipiretici e antidolorifici, eventualmente medicamenti lenitivi contro il prurito e, soprattutto, trattare anche localmente il dolore in bocca con gel o collutori lenitivi. Anche la scelta dei cibi e delle bevande è importante:

  • Gli alimenti liquidi, morbidi, freschi e dal sapore delicato (gelato alla crema o tè freddo) sono i più indicati.
  • Gli agrumi vanno evitati.
  • Evitare i cibi piccanti, molto speziati o con bordi taglienti.

Quanto più il bambino è piccolo, tanto più è importante assicurarsi che assuma abbastanza liquidi, un po’ di zucchero e sale, nonostante la difficoltà a mangiare e bere.

Video sull’argomento


SWICA BENECURA

Il vostro bambino ha un’eruzione cutanea sui palmi delle mani e non vuole più mangiare perché gli fa molto male la bocca? Non sapete se portarlo dal medico o se è sufficiente una visita in farmacia? L’app BENECURA di SWICA vi assiste in caso di malattie o disturbi della salute. Tramite il SymptomCheck dell’app BENECURA, realizzato da un gruppo di medici, gli assicurati hanno la possibilità di informarsi in modo semplice, rapido e affidabile e di ricevere un consiglio su cosa fare.


01.12.2021
Per ulteriori domande sulla salute gli assicurati SWICA possono avvalersi della consulenza gratuita di telemedicina di santé24 telefonando al numero +41 44 404 86 86. Grazie all’autorizzazione all’esercizio i medici di santé24 possono fornire anche altre prestazioni mediche agli assicurati con quadri clinici adatti alla telemedicina. L’app medica BENECURA permette agli assicurati SWICA di eseguire un SymptomCheck digitale e ricevere raccomandazioni su come procedere. In caso di contatto con santé24, il cliente decide di volta in volta se fornire a santé24 l’accesso alle informazioni sul suo stato di salute fornite nel SymptomCheck.