Consulenza LiveChat

La consigliano volentieri personalmente.

Da lunedì a venerdì: 18.30 – 21.30

Sabato: 8.00 – 17.30

Chat
IT-Leider steht der Chat gerade nicht zur Verfügung Richiamare & contatto

A vostra disposizione 24 ore su 24

Servizio clienti 7x24

Consulenza sulla salute sante24

Sede nelle vicinanze

SWICA Direzione generale Winterthur

Calcolatore dei premi

Prevenire il mal di viaggio

Le vacanze sono finalmente arrivate, ma non sempre il viaggio verso la meta prescelta è fonte di gioia e trepida attesa. Molti, infatti, accusano nausea e senso di vertigine durante gli spostamenti. Ecco alcuni consigli per combattere il mal di viaggio.


Il mal di viaggio – noto anche con il termine medico «cinetosi» – è una combinazione di sintomi legati a un disturbo che coinvolge il senso dell’equilibrio. A dispetto del nome non si tratta di una malattia, bensì di una reazione normale e innocua del nostro corpo: i vari organi sensoriali inviano continuamente al cervello diversi segnali riguardo alla posizione e al movimento del nostro corpo come pure riguardo ai movimenti che avvengono nell’ambiente circostante. Durante viaggi lunghi a bordo di mezzi di trasporto come auto, treno, nave o aereo, può verificarsi un conflitto tra le diverse percezioni sensoriali, sicché il cervello si trova a elaborare informazioni contrastanti. Sintomi frequenti sono vertigini, mal di testa, sudore freddo e nausea accompagnata talvolta anche da vomito. Il mal di viaggio è molto diffuso. I più colpiti sono i bambini di età compresa tra due e dodici anni. In linea di principio, tuttavia, il disturbo può manifestarsi in qualunque persona dotata di un organo dell’equilibrio sano.

Per prevenire il mal di viaggio si possono adottare diverse misure.

In auto
Se soffrite di mal d’auto, dovreste sedere di preferenza accanto al guidatore oppure al centro sul divano posteriore. Puntate lo sguardo in avanti e fissate oggetti lontani attraverso il parabrezza. Evitate le attività che vi costringono a guardare in basso, come ad esempio leggere. Il guidatore, inoltre, dovrebbe avere l’accortezza di mantenere un’andatura il più possibile costante e di evitare percorsi pieni di curve. È importante fare pause frequenti e regolari per prendere una boccata d’aria fresca. Appoggiare i piedi a terra ha un effetto stabilizzante sull’organo dell’equilibrio.

In treno
In questo caso, scegliete un posto accanto al finestrino nella direzione di marcia e guardate un punto fisso all’orizzonte. Poiché viaggiando in treno non è possibile fare pause all’aria aperta, si consiglia di camminare su e giù per il corridoio.

In nave
La parte centrale della nave è la zona più indicata per chi soffre di mal di mare; in caso di nausea, cercate di stare sul ponte all’aria aperta oppure vicino al livello dell’acqua. Ai piani inferiori, infatti, le oscillazioni si avvertono con minore intensità. Sul ponte di coperta potete fissare lo sguardo sull’orizzonte.

In aereo
Per chi soffre di mal d’aria si consigliano i posti vicino all’ala o quelli nelle prime file, preferibilmente accanto al corridoio. In tal modo, è possibile muovere qualche passo di tanto in tanto.

Alimentazione
È importante mangiare qualcosa prima di partire. Fate in modo che lo stomaco non sia né troppo pieno né troppo vuoto, altrimenti il mal di viaggio si farà sentire ancora più forte. L’ideale è un pasto a ridotto contenuto di grassi, ad esempio una macedonia o un panino. Evitate di assumere bevande alcoliche dal giorno prima del viaggio. Anche la caffeina ha un effetto negativo.

Medicamenti
Esistono diversi medicamenti utili contro il mal di viaggio, ad esempio chewing-gum con antistaminici. Se li somministrate ai bambini, assicuratevi che siano adatti alla loro fascia di età.

 

06.07.2016



indietro