Consiglio rapido
Sistema sanitario svizzero anche all’estero

Stefan Ahrens è convinto della validità di TytoHome. Quando è in viaggio non vuole più rinunciare alle sicurezza di ricevere subito una prima e seria valutazione da parte di medici in Svizzera per eventuali problemi di salute.

Al momento, Stefan Ahrens e la sua famiglia stanno trascorrendo tre settimane in Brasile – e TytoHome è con loro. Con il dispositivo del servizio di telemedicina santé24 puoi fare autonomamente un esame e poi discuterne con i medici di santé24. Da quando Stefan Ahrens, 41 anni, ha acquistato a inizio anno il dispositivo, non ne fa più a meno quando viaggia. Il motivo che lo ha indotto a decidersi per questo acquisto è stata l’impossibilità, lo scorso febbraio, di ottenere un appuntamento con il suo medico di famiglia. «Non che sia mai stato semplice fissare un appuntamento in questo studio medico senza un largo preavviso, ma quella volta non sarebbe stato possibile in nessun caso, perché serviva un test covid negativo», racconta Stefan Ahrens.

Comprensibile, certo, ma anche un problema! Ed è proprio in quella situazione che Stefan Ahrens si ricorda di TytoHome, che dovrebbe consentire di fare esami medici da casa. Il suo punto forte è che si tratta di un dispositivo multifunzionale con cui l’utente può eseguire autonomamente degli esami e inviare le registrazioni effettuate a SWICA, al servizio di telemedicina santé24. «TytoHome aveva attirato la mia attenzione già da qualche tempo. Considerata la situazione pandemica del coronavirus i vantaggi mi sono sembrati notevoli», puntualizza Stefan Ahrens. Prende così la decisione di acquistare il dispositivo e ha anche la fortuna di risparmiare 99 franchi grazie alla promozione per le persone con un’assicurazione complementare, che stava per terminare proprio in quei giorni.

Semplice da usare

Padre di due bambini ancora piccoli, è sicuro che riuscirà presto ad ammortizzare i soldi spesi per l’acquisto del dispositivo, soprattutto considerando che potrà utilizzarlo a costo zero. In famiglia sono in quattro e in effetti negli ultimi sei mesi lo hanno utilizzato già tre volte. La prima volta gli è tornato utile un sabato sera per esaminare i suoi sintomi influenzali.

«TytoHome è compatto e maneggevole e con i suoi tre accessori e l’app in dotazione dovrebbe essere abbastanza semplice fare un esame», spiega Evelyn Mauch, medico caposervizio presso santé24. «Con TytoHome si possono eseguire registrazioni di alta qualità del cuore, dei polmoni e della regione addominale, nonché video e foto digitali del canale uditivo esterno, del timpano, della gola e della pelle. È possibile anche misurare in modo preciso la frequenza cardiaca e la temperatura corporea». Stefan Ahrens conferma il fatto che sia facile da usare: «Il dispositivo guida l’utente nell’esecuzione dell’esame tramite istruzioni video comprensibili».

La nuova procedura di b-rayZ mira a rivoluzionare lo screening del cancro al seno.
Immagine: b-rayZ

Non sei solo un numero

Dopo avere trasmesso i dati dell’esame, Stefan Ahrens ha potuto parlare con un medico entro circa due ore. «Quindi, anche se ho usato una macchina, sono stato preso in considerazione come persona. Non ho mai avuto la sensazione di essere solo un numero e che volessero liquidarmi subito. È vero esattamente il contrario: il medico si è preso molto tempo per rispondere alle mie domande e mi ha anche spiegato di sua iniziativa molte altre cose. Un trattamento al quale non sono per niente abituato quando mi reco a fare una visita medica», dice ridendo. «Sono stato informato sui farmaci che potevo prendere in farmacia e anche sul dosaggio e gli effetti collaterali».
Anche la dottoressa Evelyn Mauch è convinta dell’utilità del dispositivo: «Possiamo esaminare con attenzione e più volte i dati registrati dagli utenti. Insieme al video che creano sul loro stato di salute generale otteniamo così indicazioni precise sulla situazione per poter formulare una diagnosi esatta o decidere altre misure.

Sicurezza anche all’estero

Anche Stefan Ahrens la pensa così. Dal suo punto di vista si tratta di una procedura utile, con cui si ottengono risultati completi e professionali e che fa risparmiare tempo. Ecco perché ci sarà sempre un posto in valigia per Tytohome: «Ci dà la sicurezza che anche quando ci troviamo in paesi con sistemi sanitari diversi dal nostro potremo stabilire rapidamente e senza problemi un contatto per avere un supporto medico dalla Svizzera e una prima valutazione sulla nostra situazione clinica». Secondo Stefan Ahrens, i vantaggi di questo dispositivo dovrebbero diventare noti a molti più assicurati.


Ci dà la sicurezza che anche quando ci troviamo in paesi con sistemi sanitari diversi dal nostro potremo stabilire rapidamente e senza problemi un contatto per avere un supporto medico dalla Svizzera e una prima valutazione sulla nostra situazione clinica

Stefan Ahrens, Cliente SWICA

Facebook    Instagram     Xing     LinkedIn     Youtube     Twitter