FAQ tariffa 590

Domande e risposte sulla tariffa 590 e sullo standard di fatturazione della medicina complementare

A – Domande generali

No. La tariffa 590 e lo standard di fatturazione non hanno conseguenze sulla sua registrazione. Con la sua registrazione, lei acquista tra l’altro la sua qualifica. La tariffa 590 si riferisce unicamente alla fatturazione. La tariffa 590 è una tariffa valida a livello nazionale e può quindi essere letta anche da assicuratori malattia che non appartengono al «Team di assicuratori della medicina complementare». Lo standard di fatturazione può essere elaborato da tutti gli assicuratori. Sì. La tariffa 590 e lo standard di fatturazione valgono a prescindere dall’appartenenza a un’associazione o da una registrazione. Nell’ambito della medicina complementare i fornitori di prestazioni, dal 2015 hanno un solo numero RCC (con cifre finali «60», «61», «62» oppure «63»). Il suo ente di registrazione può aiutarla se ha domande sul suo numero RCC. La nuova versione contiene anche la nuova versione della tariffa 590 e per questo motivo se ne consiglia l’uso («Release V2.3.21», cfr. in alto a destra nello standard di fatturazione). Se impiega un software, l’offerente dello stesso esegue automaticamente i relativi adeguamenti. Nella medicina complementare (LCA) i riconoscimenti dei terapisti sono personali e non sono trasferibili; per questo ogni terapista ha il proprio numero RCC. Voglia indicare sempre il suo proprio numero RCC nel campo previsto, come fornitore di prestazioni . Il fatturante può essere l'istituto se lo stesso ha un numero RCC. Altrimenti si deve registrare anche in questo caso il terapista.
Si deve emettere una fattura per ogni terapista, rispettivamente per ogni paziente. Se più terapisti curano lo stesso paziente, si deve emettere una fattura separata per ogni terapista.

B – Domande sull’utilizzazione e l’applicazione tecnica del modulo di fatturazione

In linea di principio consigliamo sempre l’utilizzo di un software professionale, che ha il vantaggio di consentire l’aggiornamento automatico delle strutture tariffali e spesso comprende anche altre funzioni importanti per l’attività professionale quotidiana di un terapista. I vari produttori di software offrono soluzioni adeguate per ogni esigenza, dalle versioni gratuite alle applicazioni professionali avanzate. Può trovare un elenco dei produttori di software nel sito web della sua organizzazione professionale e in quelli degli assicuratori. Le ricordiamo che tale modulo è una soluzione ideale per i terapisti che emettono poche fatture alla settimana e per i quali il modulo funziona in maniera ineccepibile dal punto di vista tecnico. Sì. Per far in modo che le prestazioni fatturate siano leggibili anche elettronicamente, i testi non devono essere modificati. I testi sono disponibili in lingua italiana, francese e tedesca. Fanno eccezione le indicazioni sui medicamenti, sulle analisi di laboratorio e sul testo libero della tariffa 999, in questo caso deve aggiungere il testo personalmente. Posso collegare il modulo di fatturazione in formato PDF a una banca dati?
No, con il lettore gratuito Adobe Reader il collegamento semplice a una banca dati non è possibile. Per questo si rivolga a un produttore di software che soddisfa il nuovo standard di fatturazione. Troverete un elenco degli offerenti di software nel sito web della vostra organizzazione professionale e nei siti web degli assicuratori.
All’inizio del 2018, la ditta Adobe che ha messo a disposizione l’Adobe Reader per file PDF, ha fornito ai propri utenti MAC un aggiornamento manuale o automatico. Non appena sarà stato eseguito l’aggiornamento della versione 11 alla versione DC, la caratteristica di sicurezza «Codice di matrice 2D» non figurerà più sul modulo di fatturazione in formato PDF per MAC. Purtroppo non è più possibile scaricare la versione 11 da Adobe. Non siamo in grado di dire entro quando e se Adobe fornirà ai propri utenti MAC una versione che permetta di tornare a visualizzare correttamente i moduli in PDF e quindi anche il modulo di fatturazione.
Per questo motivo le consigliamo vivamente di avvalersi di un software per lo studio, in modo da poter passare allo standard di fatturazione con tariffa 590 entro al più tardi il 1° aprile 2018. Nel frattempo sono oltre 60 i produttori che propongono una soluzione per studi, dalle versioni gratuite alle applicazioni professionali avanzate. Può trovare un elenco dei produttori di software nel sito web della sua organizzazione professionale e in quelli degli assicuratori. Alcune organizzazioni professionali mettono a disposizione una lista comparativa delle varie soluzioni di software – la preghiamo di rivolgersi alla sua associazione di categoria.
Il vantaggio determinante dell’utilizzo di un software è che la rende indipendente da offerenti terzi (ad es. Adobe). I software prevedono inoltre un aggiornamento automatico delle strutture tariffali e comprendono altre funzioni importanti per l’attività professionale quotidiana dei terapisti.
Se i suoi clienti pagano sempre in contanti, nel campo «termine di pagamento» registri 0. Lei ha anche la possibilità di registrare l’importo ricevuto in contanti nel campo «Acconto». Affinché il modulo possa essere letto elettronicamente, i campi devono sempre essere identici. La stampa di un logo personale o di una dicitura non sono di conseguenza possibili. Se desidera presentarsi ai suoi clienti con un logo e informazioni supplementari, lo può fare con un foglio d‘accompagnamento. Vari software offrono anche la possibilità di una copertina individualizzata. Il prezzo può essere stabilito liberamente per riga. Se lei per un trattamento di 90 minuti chiede meno rispetto a un trattamento di 60 minuti, deve semplicemente immettere nel campo del prezzo, nella corrispondente riga il prezzo corrispondente per 5 minuti (ad es. 60 min. -> prezzo CHF 10 e per 90 min. -> prezzo CHF 8.88). Il modulo di fatturazione in formato PDF può essere scaricato esclusivamente presso gli enti di registrazione ASCA, EMR, SPAK e APTN in ambito protetto riservato ai membri. È possibile trovare le informazioni sull’applicazione nella guida.
Se lei non è o non è più registrato/a non è più in possesso di un numero valido RCC che è indispensabile per fatturare con il modulo per la fatturazione unificato.
Se non riesce a scaricare il modulo di fatturazione in formato PDF presso il suo ente di registrazione, potrebbe essere dovuto a motivi tecnici o a un errore di applicazione. Se clicca sul modulo di fatturazione, quest’ultimo viene scaricato sul suo PC. Dove verrà salvato dipende tuttavia dalle impostazioni del suo PC. Se non riesce a trovare il file sul suo PC, la preghiamo di rivolgersi a un esperto informatico. Per aprire il modulo di fatturazione si avvalga esclusivamente del programma Adobe Acrobat Reader. In caso di problemi con l’installazione o le funzioni di Acrobat Reader, la preghiamo di rivolgersi a un esperto informatico. Il modulo di fatturazione in formato PDF funziona autonomamente e non deve essere scaricato ogni volta. Deve essere scaricato nuovamente solo se c’è una nuova versione. Questo lo verrà a sapere tempestivamente da parte del suo ente di registrazione.
Se il numero di registrazione non cambia automaticamente, un nuovo numero può essere generato cliccando sul tasto «n» accanto al numero d‘identificazione.
Affinché il numero di referenza sia riportato quando si stampa si deve immettere il «N. partecipante/ N. di conto». Se questo campo è vuoto, quando si stampa il numero viene soppresso. Sì, per ogni paziente può creare uno specifico file PDF e salvarlo. Tramite il tasto «n» si deve però aggiornare il numero di identificazione per ogni nuova fattura. (Vedere a questo proposito anche la domanda B 10). Nel caso di una nuova versione del modulo di fattura in PDF si dovrà però sostituire il modello del paziente. (Vedere anche alla domanda C 06). Per le fatture già create posso risparmiare spazio di memoria se la fattura viene salvata in PDF tramite il comando «stampa». Successivamente la fattura può essere stampata su carta.

Suggerimento: con il comando «stampa» si apre la finestra di menu «stampa».

In Windows: nel punto di menu «stampante» è possibile utilizzare come stampante l’applicazione «PDF-Creator» oppure «Microsoft Print to PDF» proprio di Windows, salvare elettronicamente il documento in PDF ed in seguito stamparlo su carta.

In MAC: nell’opzione di menù «Stampa» potete selezionare la stampante «CUPS-PDF» (fino a OS X 10.9) oppure «PDFwriter for MAC» (da Os X 10.10), salvare quindi il documento da stampare come PDF e quindi stamparlo su carta. Se la stampante PDF non è preinstallata, la potete scaricare gratuitamente dalla rete.
Il documento in PDF salvato dal menu per la stampa può essere inviato per e-mail.
Per la procedura di salvataggio vogliate osservare il punto B13.

IMPORTANTE: non inviare mai ai pazienti il modulo per la fattura che è stato scaricato quale modello per allestire le fatture, ma inviare unicamente la fattura in PDF che è stata salvata tramite «stampa PDF». Si riconosce la differenza, ad es. dalla dimensione del file (il file PDF-stampa è di pochi Kbyte mentre il modulo per la fattura scaricato ha dimensioni superiori a 1 Megabyte) o ancora, il file PDF per la stampa non può essere modificato.
Con il tasto «c» possono essere copiati i dati di «emittente della fattura» come pure quelli di «cliente». Assicurarsi che tutti i campi richiesti (data, tariffa, numero di tariffa, ecc.) siano compilati. La pagina «Giustificativo per la richiesta di rimborso» esemplare per l’assicuratore, deve essere correttamente compilata. (Vedere anche la domanda B 04). Lei può sovrascrivere le cifre indicate nel modulo. Voglia osservare anche la domanda B 11. No. Con la tariffa 590 non sarà più necessaria questa indicazione poiché ogni attività avrà una propria cifra tariffaria e sarà questa ad essere presa in considerazione dagli assicuratori malattia per il conteggio delle prestazioni. La Fondazione AccessAbility è specializzata in soluzioni EED per ciechi e ipovedenti. Essa l'aiuterà volentieri nell'implementazione di un software speciale.
Inoltre, per gli ipovedenti con un visus dimostrato pari a 0,3 o meno, è possibile applicare una regolamentazione d'eccezione. Voglia annunciarsi sotto therapeuten@concordia.ch indicando il suo numero RCC e presentando un attestato del suo visus.


Se seleziona l’imposta sul valore aggiunto, la quota relativa all’IVA è già conteggiata in ogni riga e pertanto è compresa nell’importo complessivo della fattura. L’IVA conteggiata per i trattamenti corrisponde quindi al 7,7% dell’importo della fattura e non deve quindi essere addizionata. I terapisti soggetti al versamento dell’IVA devono pertanto includere l’IVA nella definizione del loro prezzo corrispondente a 5 minuti.
Sulla seconda pagina («Giustificativo di rimborso, copia per l’assicuratore») trova un riepilogo dell’IVA conteggiata.

Lo standard di fatturazione per la medicina complementare oppure lo standard XML 4.4 o superiore del Forum Scambio dati, a condizione che il codice di matrice 2D venga visualizzato e di conseguenza anche stampato. Gli standard XML del Forum Scambio dati sono pubblicamente accessibili sul sito web www.forum-datenaustausch.ch. Troverà un elenco degli offerenti di software che soddisfano l’attuale standard di fatturazione nel sito web della sua organizzazione professionale e nell sito web degli assicuratori. La preghiamo di tenere presente che, per motivi tecnici, alcuni produttori di software esigono un GLN (Global Local Number). Quest’ultimo può essere richiesto presso la Fondazione Refdata (www.refdata.ch). In caso di domande voglia rivolgersi al suo produttore di software.

C – Domande sulla tariffa e sul conteggio delle prestazioni

Per questo tipo di prestazione esiste ora la cifra tariffaria 1200. Tutte le prestazioni che per esempio sono tra loro collegate nell’ambito della prima o successiva consultazione, dell’anamnesi, della valutazione dei risultati, della visita o della formulazione di una diagnosi, possono essere fatturate con questa cifra.

Per le posizioni tariffali, rispettivamente per le prestazioni riferite alla terapia, che non figurano nella tariffa 590 o in un’altra tariffa ufficiale, potete impiegare la tariffa 999 aggiungendo il vostro proprio testo.

L’applicazione della tariffa 590 o 999 non dà al terapista alcuna garanzia per quanto riguarda il rimborso delle prestazioni da parte dell’assicuratore. Nel settore delle assicurazioni complementari, gli assicuratori sono liberi di fissare le condizioni a loro discrezione. Ciò vuol dire che ogni assicuratore decide autonomamente se e quali prestazioni rimborsare in conformità con le sue condizioni d’assicurazione. Il blocco di 5 minuti rappresenta la più piccola unità fatturabile. Le prestazioni possono essere conteggiate per ogni intervallo di 5 minuti iniziato e non è necessario indicare singolarmente tutti i minuti. I codici tariffa della tariffa 590 sono sempre riferiti all’unità di 5 minuti. Se ad esempio lei fattura CHF 120.– all’ora, dividendo questo onorario orario per 12 (numero di unità di 5 minuti in un’ora) otterrà il costo per l’unità di 5 minuti. Nel nostro esempio sarebbero CHF 10.– per ogni intervallo di 5 minuti. Fondamentalmente le modifiche sono possibili in qualunque momento, in modo tale che la tariffa 590 rimanga sempre attuale. La tariffa 590 viene sviluppata e ottimizzata regolarmente. Di regola la modifica della versione vigente ha luogo annualmente, con effetto all'inizio dell'anno. Pertanto dovrebbe scaricare, ogni volta al 1° gennaio, dal suo ente di registrazione, l’ultima versione della tariffa, risp. del modulo di fatturazione (documento PDF). Se lavora con un software specifico, l'offerente dello stesso le farà pervenire ogni volta il relativo aggiornamento. Come fatturo questa consultazione / questo trattamento? E sarà rimborsata?
Fattura il tempo per la sua anamnesi come d’abitudine (codice di tariffa del suo metodo o della sua specialità, eventualmente anche il codice di tariffa 1200).
Se il campo di questa anamnesi rientra in un adeguato ambito (valore di riferimento secondo il metodo e l’assicuratore malattia 30 minuti, raramente 1 ora o più) questa prestazione è pagata dagli assicuratori del Team di assicuratori di medicina complementare.
Sotto il codice di tariffa 1200 possono essere registrate l’anamnesi (dati personali, anamnesi precedente, terapie o trattamenti precedenti, medicamenti, rischi ecc.), esami come pure diagnostica indipendente dal metodo o dalla specializzazione e raccolta di indicazioni che riguardano il paziente.
Se l’anamnesi comprende aspetti o indicazioni specifici del metodo o della specializzazione, si deve utilizzare il codice di tariffa corrispondente del metodo o della specializzazione.
Sotto il codice di tariffa 1257, naturopati con certificato settoriale OmL TC o diploma federale, terapisti complementari con certificato settoriale OmL TC o diploma federale, arteterapisti con certificato settoriale OmL TC o diploma federale, massaggiatori medicali con certificato federale o osteopati con MSc/HES in osteopatia / diploma CDS possono conteggiare colloqui personali o telefonici con professionisti della salute (quali medici, terapisti, servizi Spitex) in assenza del paziente, se ciò è necessario per la coordinazione.
Non possono essere fatturati sotto questo codice di tariffa lo studio del dossier del paziente o i colloqui in relazione con l’allestimento di un rapporto.

D – Domande specifiche per singoli gruppi professionali

In ambito LCA tutti i farmaci di medicina complementare vengono registrati secondo la seguente regola, sotto la posizione tariffale 1310:
«nome del prodotto, rispettivamente scopo d’impiego, fabbricante, quantità (ad es. dimensioni dell’imballaggio) e forma di somministrazione, ad esempio «UMCKALOABO soluzione, Schwabe, 50 ml», risp. « fitoterapeutico tosse, Hänseler, 50 ml»

Questa regola vale anche per medicinali, specialità della casa, miscele della MTC o Ayurveda registrate dal Cantone o medicinali fabbricati ad hoc.

Se per un paziente, per motivi medici, non può menzionare il medicamento dell’omeopatia classica, scriva per favore «medicamento omeopatico, potenza, produttore, quantità e formulazione (ad es. 1 dose)», vedi esempio:

La tariffa 590 corrisponde alle prestazioni sul paziente ed è indipendente dalla sua registrazione (a eccezione delle cifre tariffali specifiche della professione, capitolo da 5 a 9). Lei può applicare quelle posizioni che utilizza anche effettivamente per indicare in modo trasparente sulla fattura il trattamento eseguito.
La sua registrazione serve all’assicuratore essenzialmente per verificare se lei è qualificata e riconosciuta per la relativa terapia.
Quale terapista registrata/o per il gruppo di metodi 131, metodo 221, lei ha a disposizione nella tariffa 590, le seguenti posizioni di tariffa: 1062 massaggio classico, ogni 5 min., 1052 terapia delle zone riflesse dei piedi, ogni 5 min., 1134 terapia delle zone riflesse, ogni 5 min., 1033 massaggio del colon, ogni 5 min., 1073 massaggio alle zone riflesse dei muscoli, ogni 5 min.
La tariffa 590 si riferisce di principio alle attività ossia alle azioni del terapista sul paziente. I medicamenti devono essere fatturati separatamente.
La posizione 1208 «Terapia farmacologica, ogni 5 minuti» è una posizione che raggruppa diverse applicazioni farmacologiche e che è esclusivamente a disposizione dei naturopati con diploma federale (terapia farmacologica di medicina complementare (terapia, prescrizione, scelta dei mezzi), come fitoterapia, omeopatia funzionale, fiori di Bach, spagirica, biochimica di Schüssler, ecc.).

Se lei non dispone del diploma federale e applica ad es. la fitoterapia, può utilizzare la tariffa 1085 «Fitoterapia ogni 5 minuti».

La posizione 1205 «terapie devianti e ablative, ogni 5 minuti“ comprende tutte le classiche procedure di disintossicazione, tra queste ad es. la coppettazione o il metodo Baunscheidt. Altri esempi si trovano nella tariffa 590, colonna «Descrizione». È possibile aprire la tariffa dal modulo di fatturazione in PDF, cliccando sul tasto «Tariffa».

Per una gestione corretta della posizioni possono essere d’aiuto le associazioni di specialità risp. le organizzazioni professionali.

In ambito LCA tutte le prestazioni di laboratorio della medicina complementare si registrano secondo la seguente regola sotto la posizione tariffale 1302:
«numero RCC o nome e località del laboratorio che esegue l’analisi, materiale iniziale, esame eseguito»; ad esempio: "RCC n. xy, feci, transglutaminasi-AK"

Se lei è naturopata con diploma federale o dispone di un certificato settoriale OmL TC, utilizzi il codice di tariffa 1208 (Terapia farmacologica). Questo codice di tariffa è a disposizione dei naturopati con diploma federale per la medicina complementare con terapie farmacologiche (terapia, prescrizione, scelta dei prodotti). Rientrano in questo ambito la fitoterapia, l’omeopatia funzionale, i fiori di Bach, la spagirica, la biochimica secondo Schüssler ecc. I corrispondenti medicinali possono essere fatturati con il codice di tariffa 1310.

Se lei non dispone del diploma federale quale naturopata o del certificato settoriale OmL TC, deve utilizzare i codici di tariffa relativi alle singole forme di terapia, ad es. codice di tariffa 1022 per la terapia con i fiori di Bach, codice di tariffa 1142 per spagirica ecc.
Se lei è naturopata con diploma federale o dispone di un certificato settoriale OmL TC, utilizzi il codice di tariffa 1208 (Terapia farmacologica). Questo codice di tariffa è a disposizione dei naturopati con diploma federale per la medicina complementare con terapie farmacologiche (terapia, prescrizione, scelta dei prodotti), se la consegna/raccomandazione avviene sulla base dei principi terapeutici corrispondenti. Rientrano in questo ambito la fitoterapia, la spagirica, la biochimica secondo Schüssler ecc. I corrispondenti medicinali possono essere fatturati con il codice di tariffa 1310.
Se prescrive un medicamento fitoterapeutico in base alle sue competenze specialistiche di omeopatia, fatturi il trattamento sotto il codice di tariffa 1127, e il prodotto fitoterapeutico sotto il codice di tariffa 1310 con la relativa indicazione secondo FAQ domanda/risposta D 01 (nome del prodotto, rispettivamente scopo d’impiego, fabbricante, quantità (ad es. dimensioni dell’imballaggio) e formulazione.
Se lei non dispone del diploma federale di naturopata o del certificato settoriale OmL TC, utilizzi il codice di tariffa 1085 per le prestazioni di fitoterapia. Per la fatturazione di prodotti fitoterapeutici utilizzi il codice di tariffa 1310, poiché il codice di tariffa 1208 non è disponibile per la sua qualifica.