News dal settore sanitario

La LAMal compie 25 anni

Quest’anno ricorre il 25°anniversario della Legge federale sull’assicurazione malattie (LAMal), che dal 1996 rappresenta la base del sistema sanitario nel nostro Paese e gode di una reputazione eccellente anche al di là dei confini nazionali. Oltre a promuovere la solidarietà nel nostro sistema, la LAMal ha permesso di garantire un accesso uniforme alle prestazioni mediche.

L’offerta di drug checking aiuta a ridurre i rischi

L’offerta di drug checking consente di diminuire i rischi legati al consumo di droghe. Uno studio commissionato dall’Ufficio federale della sanità pubblica mostra che l’offerta contribuisce a proteggere i consumatori di sostanze miscelate da dosaggi eccessivi e da effetti indesiderati. Più della metà dei circa 4000 campioni di sostanze (soprattutto cocaina, MDMA/ecstasy e anfetamine) analizzati ogni anno in Svizzera indica un pericolo elevato per il consumatore.

Dati sulle vaccinazioni anti-COVID-19

Al 21.04.2021, la Svizzera e il Liechtenstein disponevano di 2683625 dosi di vaccino (fonte UFSP). Di queste, 2284438 sono già state somministrate a persone particolarmente a rischio. Per maggiori informazioni sul tema: covid19.admin.ch

Smettere di fumare

State cercando il momento giusto per dire addio alla sigaretta? Il 31 maggio 2021 è la Giornata Mondiale senza Tabacco indetta dall’OMS. Smettere di fumare conviene, poiché riduce di molto il rischio di tumori, malattie cardiovascolari, infertilità e aborto spontaneo. Fatevi aiutare da un amico: l’app SmokeFree-Buddy dell’Ufficio federale della sanità pubblica vi mette in contatto con un buddy che, con messaggi di incoraggiamento e consigli appropriati, vi sprona a non arrendervi in caso di pericolo di ricaduta.

Più info: smokefree.ch/it/buddy-app
Altri suggerimenti per smettere di fumare incl. video: swica.ch/smettere-di-fumare

Proteggersi dalle zecche

La primavera è la stagione preferita dalle zecche, che possono trasmettere pericolose malattie come la meningoencefalite da zecca (TBE) e la borreliosi. Adottando alcune misure di protezione si può ridurre al minimo il rischio di puntura. All’aperto indossate abiti con maniche lunghe, pantaloni lunghi e scarpe chiuse, e applicate un prodotto di protezione contro le zecche. A casa, ispezionate accuratamente gli abiti e il corpo e rimuovete subito eventuali zecche. Per farlo, afferrate la zecca con una pinzetta il più vicino possibile alla pelle ed estraetela, esercitando una trazione lenta e continua, perpendicolarmente alla cute (evitate movimenti rotatori e non schiacciate il parassita). Poi, disinfettate accuratamente la sede della puntura. In caso di arrossamenti, sintomi influenzali, vertigini e nausea, dolori articolari e cefalea, consultate un medico.
Più info e un video qui: swica.ch/zecche