Le commozioni cerebrali spesso non sono così innocue

Trattare correttamente le commozioni cerebrali

Un trattamento adeguato in caso di commozione cerebrale protegge da spiacevoli conseguenze a lungo termine. Scoprite qui perché vale la pena consultare un medico in caso di sospetto leggero trauma cranio-cerebrale.
Nella vita quotidiana può succedere in fretta: una breve disattenzione e mentre si svuota la lavastoviglie si sbatte la testa contro uno sportello aperto. Ovviamente, tra una commozione cerebrale e un rigonfiamento c'è una grande differenza. Se vi sono sintomi gravi è inevitabile consultare il medico.

Sintomi diversi

I medici descrivono una commozione cerebrale come un leggero trauma cranio-cerebrale. A seconda dell'intensità si presentano sintomi diversi. Oltre a sintomi comuni come mal di testa, vertigini e disturbi dell'equilibrio. possono sorgere anche disturbi della vista, sensibilità alla luce, nausea e problemi di concentrazione. Perciò vale la regola: recarsi dal medico il prima possibile in caso di sospetta commozione cerebrale. Anche un leggero trauma cranio-cerebrale non deve essere preso alla leggera, poiché può avere conseguenze a lungo termine. È dimostrato che commozioni cerebrali gravi o ripetute aumentano il rischio di demenza in età avanzata, mentre nei bambini si riflettono in modo negativo sul rendimento scolastico.

Il trattamento corretto è fondamentale

Dopo un colpo o una caduta sulla testa e i sintomi che ne conseguono (come spiegato nel paragrafo «Sintomi diversi»), il medico prescrive riposo ed eventualmente un antidolorifico. Spesso ciò è sufficiente e i sintomi spariscano nel giro di pochi giorni. Nel 10-35 per cento dei casi i sintomi continuano o si aggravano − in questo caso aspettare è controproduttivo. Per alleviare i disturbi persistenti nonché per evitare danni conseguenti, è necessario intraprendere un processo di chiarimento e trattamento basato sulla diagnosi del medico. Nel caso di un processo di guarigione ottimale la persona colpita può riprendere le sue normali attività già dopo una settimana. Se invece i sintomi vengono trascurati troppo a lungo è possibile che subentrino ulteriori disturbi, come ad esempio stanchezza o spossatezza.

santé24 – La vostra telemedicina svizzera

Un aiuto medico 24 ore su 24: i medici e il personale medico specializzato di santé24 sono a vostra disposizione 365 giorni all’anno per rispondere, 24 ore su 24, ad ogni domanda su prevenzione, malattia, infortunio e maternità. La consulenza è gratuita per gli assicurati SWICA.


13.01.2021
Per ulteriori domande sulla salute gli assicurati SWICA possono avvalersi della consulenza gratuita di telemedicina di santé24 telefonando al numero +41 44 404 86 86. Grazie all’autorizzazione all’esercizio i medici di santé24 possono fornire anche altre prestazioni mediche agli assicurati con quadri clinici adatti alla telemedicina. L’app medica BENECURA permette agli assicurati SWICA di eseguire un SymptomCheck digitale e ricevere raccomandazioni su come procedere. In caso di contatto con santé24, il cliente decide di volta in volta se fornire a santé24 l’accesso alle informazioni sul suo stato di salute fornite nel SymptomCheck.