Consulenza LiveChat

La consigliano volentieri personalmente.

Da lunedì a venerdì: 18.30 – 21.30

Sabato: 8.00 – 17.30

IT-Leider steht der Chat gerade nicht zur Verfügung Richiamare & contatto

A vostra disposizione 24 ore su 24

Servizio clienti 7x24

Consulenza sulla salute sante24

Sede nelle vicinanze

SWICA Direzione generale Winterthur

Calcolatore dei premi

Come migliorare la qualità dell’aria indoor

Trascorriamo gran parte del nostro tempo negli ambienti chiusi e quindi molti di noi respirano nella loro vita molta più aria chiusa che aria fresca. Allora è naturale e opportuno chiedersi: come posso mantenere l’aria degli ambienti chiusi sana e pulita?

Innanzitutto una buona qualità dell’aria interna si mantiene arieggiando regolarmente i locali e mantenendo la temperatura dei riscaldamenti sui 21 gradi. Inoltre basta seguire qualche altro accorgimento come vi mostriamo qui di seguito.

Piante purificanti
La cattiva qualità dell’aria indoor non è dovuta solo alla presenza delle persone ma anche ai mobili, ai tappeti, alle lacche e alle vernici che rilasciano sostanze inquinanti nell’aria. La quantità di sostanze nocive presenti nell’aria indoor dipende proprio dal tipo di materiale di cui sono costituiti i mobili o gli altri oggetti di arredo. Le sostanze o gas inquinanti possono essere causa di patologie di vario tipo.

Determinate piante da appartamento aiutano a prevenirle. I crisantemi p.e. sono in grado di «filtrare» diversi gas nocivi quali tricloroetilene, formaldeide, benzene, xilene e ammoniaca contribuendo così a purificare l’aria in casa o in ufficio. Oltre ai crisantemi anche la dracena, la lingua di suocera, l’edera comune, il photos e lo spatifillo sono piante rinomate per la loro capacità di neutralizzare diversi inquinanti atmosferici.

Umidificatori
D’inverno percepiamo l’aria nel nostro appartamento come troppo secca. Tuttavia la causa non è dovuta, come spesso tendiamo erroneamente a credere, a un grado di umidità troppo basso, ma alle polveri e alle sostanze nocive che si sono accumulate nell’ambiente. Quindi prima di acquistare un umidificatore è importante misurare la percentuale di umidità nell’ambiente con un igrometro oppure può anche essere utile comprarne uno che ce l’abbia integrato. Quando il tasso di umidità si aggira tra il 30 e il 50 percento non è necessario usare l’umidificatore. Se avete comunque la cute e le mucose secche, spolverare più frequentemente e munirvi di piante da appartamento purificanti sono soluzioni altrettanto utili.

Profumatori per ambiente
L’utilizzo di candele profumate, oli essenziali e bastoncini d’incenso è molto frequente durante il periodo natalizio. Nella loro scelta è importante verificare che siano stati realizzati con sostanze naturali altrimenti potrebbero rilasciare nell’aria sostanze pericolose per la nostra salute. In ogni caso è sempre consigliabile non esagerare con le profumazioni per gli ambienti.

Per ulteriori domande sui disturbi legati all’aria secca, quali assicurati SWICA, potete contattare i medici e il personale medico di sante24, che sono a vostra disposizione per una consulenza gratuita e competente, 24 ore su 24. Su richiesta, sante24 provvederà a fissare una visita medica. Tel. +41 (0)44 404 86 86

15.11.2017

indietro