Consulenza LiveChat

La consigliano volentieri personalmente.

Da lunedì a venerdì: 18.30 – 21.30

Sabato: 8.00 – 17.30

IT-Leider steht der Chat gerade nicht zur Verfügung Richiamare & contatto

A vostra disposizione 24 ore su 24

Servizio clienti 7x24

Consulenza sulla salute sante24

Sede nelle vicinanze

SWICA Direzione generale Winterthur

Calcolatore dei premi

Allattare durante la gravidanza

Dopo la nascita, il latte materno è il nutrimento migliore e più naturale per il bambino, perché è esattamente adeguato alle sue esigenze. Se durante il periodo dell'allattamento al seno si annuncia una nuova gravidanza, nella maggior parte dei casi il bambino già nato può continuare ad essere allattato al seno. Vale la pena però di osservare alcuni aspetti.

Ragioni mediche
In alcuni casi non è consigliabile continuare ad allattare durante una nuova gravidanza. I seguenti motivi sono a favore di una sospensione dell'allattamento al seno del figlio più grande:

  • forti dolori all'utero
  • perdite di sangue
  • debolezza della cervice uterina
  • rischio di nascita prematura
  • continua perdita di peso della madre

Durante l'allattamento possono verificarsi leggere contrazioni dell'utero, poiché sia la gravidanza sia anche il momento in cui si allatta liberano l'ormone ossitocina. Questo ormone è responsabile dell'afflusso del latte verso le mammelle come pure di favorire le contrazioni per il travaglio e il parto. La contrazione dell'utero non rappresenta però nessun grande rischio per il nascituro, perché durante l'allattamento al seno l'ormone viene rilasciato in quantità ridotte.

Ulteriori sfide
Negli ultimi mesi di gravidanza può risultare difficile avvicinare il lattante al seno. A causa della pancia che si ingrossa il bambino non può più raggiungere bene i capezzoli. Allattare nella posizione sdraiata di lato in questi casi si rivela particolarmente utile, perché il bebè può essere messo direttamente all'altezza del seno.

Può anche essere che, alla fine della gravidanza non si allatta più così volentieri il bambino che sta crescendo, poiché il corpo della madre si trasforma nuovamente e si sta preparando per il nuovo parto. Inoltre i capezzoli irritati o dolori regolari possono rendere difficile da sopportare l'allattamento al seno.

Poco prima della nascita del fratellino o della sorellina, la maggior parte di bambini allattati al seno si svezzano da soli. Le cause di questo atteggiamento sono da far risalire al cambiamento del gusto del latte, alla diminuzione della quantità di latte come pure ai capezzoli molto sensibili o feriti della madre. Molte madri iniziano perciò, già all'inizio di una nuova maternità, a pompare il latte, per poter offrire latte materno al bambino ancora fino alla nuova nascita.

SWICA sostiene la campagna per l'allattamento 2015. Trovate ulteriori informazioni su: www.stillkampagne.ch (solo in tedesco).

 

22.06.2015


indietro