Consulenza LiveChat

La consigliano volentieri personalmente.

Da lunedì a venerdì: 18.30 – 21.30

Sabato: 8.00 – 17.30

Chat
IT-Leider steht der Chat gerade nicht zur Verfügung Richiamare & contatto

A vostra disposizione 24 ore su 24

Servizio clienti 7x24

santé24 – il vostro servizio svizzero di telemedicina

Sede nelle vicinanze

SWICA Direzione generale Winterthur

Calcolatore dei premi

Gli adulti hanno ancora bisogno di bere latte?

Di recente ci sono state controverse discussioni su vari fronti circa la necessità di bere latte in età adulta. Per un’alimentazione sana occorre obbligatoriamente assumere latte vaccino oppure esistono altri prodotti alimentari in grado di fornire le sostanze nutritive necessarie al nostro organismo?

In Svizzera i latticini fanno parte dei prodotti alimentari di base e contribuiscono da sempre a un’alimentazione sana ed equilibrata. La Società Svizzera di Nutrizione (ssn) raccomanda di consumare giornalmente tre porzioni di latte o latticini. Il latte, lo yogurt, la ricotta o il formaggio sono tutti prodotti che permettono di variare nel coprire il fabbisogno giornaliero di latticini. Chi non ama particolarmente il latte, può quindi ripiegare sul formaggio o lo yogurt. Scoprite sul sito web della ssn le quantità di prodotti alimentari necessarie per coprire il nostro fabbisogno giornaliero.

Il latte, un alimento ricco di sostanze nutritive

I latticini apportano molte sostanze nutritive essenziali di cui l’organismo necessita quotidianamente, come ad es. le proteine e il calcio. Le proteine sono fondamentali per i muscoli e il sistema immunitario. Il calcio invece aiuta a rendere le ossa sane e resistenti, a proteggerle dall’osteoporosi, ma anche a mantenere denti sani.

Intolleranza al lattosio
Secondo il Centro allergie Svizzera aha! oltre il 20 per cento della popolazione elvetica è intollerante al lattosio. Le persone che soffrono di intolleranza al lattosio non producono o producono troppo poco lattasi, l’enzima preposto alla digestione. Di conseguenza, il lattosio non viene sufficientemente scomposto nei suoi componenti naturali. Il risultato? Mal di pancia, gonfiore o dissenteria.

Ovviamente è possibile assumere le sostanze nutritive importanti come il calcio o le proteine anche facendo a meno del latte. Il calcio è difatti presente nella verdura verde, come i broccoli, il cavolo o gli spinaci, ma anche nella frutta e nei cereali. Per coprire il fabbisogno giornaliero di calcio con prodotti vegetali, è tuttavia necessario consumarne quotidianamente grandi quantità. Per quanto riguarda le proteine, sono contenute nella carne, nel pollo, nelle uova, nel tofu, nel pesce o nei frutti di mare. In alternativa si può anche ricorrere ai cosiddetti integratori alimentari. Prima di assumere tali preparati si consiglia tuttavia di consultare un medico. Un’altra soluzione per aiutare a coprire il fabbisogno è l’acqua minerale ricca di calcio.

Latte e cioccolato, la bevanda degli sportivi
Ciò che inizialmente potrebbe sembrare difficile da capire, in realtà ha un senso riflettendoci bene. Dopo un’attività sportiva è importante, a livello di alimentazione, ricostituire le riserve energetiche con carboidrati, compensare la perdita di liquidi e favorire lo sviluppo muscolare con delle proteine. Assunto dopo uno sforzo fisico, il latte e cioccolato (o anche il latte normale) apporta proprio queste importanti sostanze nutritive. Ha tuttavia meno senso bere latte o latte e cioccolato durante l’allenamento perché in genere non si ha bisogno di proteine o grassi durante lo sforzo fisico.

 
Per ulteriori domande
sulla salute gli assicurati SWICA possono avvalersi della consulenza gratuita di telemedicina di santé24 telefonando al numero 044 404 86 86. Grazie all’autorizzazione all’esercizio i medici di santé24 possono fornire anche altre prestazioni mediche agli assicurati con quadri clinici adatti alla telemedicina. L’app medica BENECURA permette agli assicurati SWICA di eseguire un SymptomCheck digitale e ricevere raccomandazioni su come procedere. In caso di contatto con santé24, il cliente decide di volta in volta se fornire a santé24 l’accesso alle informazioni sul suo stato di salute fornite nel SymptomCheck.

 

 

 

20.02.2019


indietro