Consulenza LiveChat

La consigliano volentieri personalmente.

Da lunedì a venerdì: 18.30 – 21.30

Sabato: 8.00 – 17.30

Chat
IT-Leider steht der Chat gerade nicht zur Verfügung Richiamare & contatto

A vostra disposizione 24 ore su 24

Servizio clienti 7x24

Consulenza sulla salute sante24

Sede nelle vicinanze

SWICA Direzione generale Winterthur

Calcolatore dei premi

Arresto cardiocircolatorio: cosa fare?

Quasi ogni ora in Svizzera una persona va in arresto cardiocircolatorio. Con alcune misure immediate è però possibile salvarle la vita. Per sapere come comportarsi in un caso simile, vi invitiamo a leggere questo Consiglio per la salute.

Per la maggior parte di noi, il corso samaritani di pronto soccorso è ormai un lontano e vago ricordo. Ma in una situazione di emergenza non c'è tempo per riflettere: occorre agire subito! Infatti, ogni minuto che passa senza prestare la rianimazione di base a un soggetto colpito da arresto cardiocircolatorio fa calare le sue probabilità di sopravvivenza.

Sintomi
L'arresto cardiocircolatorio può subentrare all'improvviso. Di frequente avviene a seguito di un infarto cardiaco o di un'aritmia cardiaca. I segnali che preannunciano l'arresto cardiocircolatorio possono essere rappresentati da difficoltà respiratoria e sudore d'angoscia, o persino da forti dolori al petto che spesso si irradiano verso le braccia, la regione superiore dell'addome, la schiena o il collo. La persona colpita spesso cade a terra o, se è seduta, si accascia sulla sedia. Se le si parla, non presenta nessuna reazione; inoltre la respirazione è assente.

Ecco come bisogna comportarsi
Il Consiglio Svizzero per la Rianimazione (acronimo in inglese: SRC) raccomanda a chi si trova ad affrontare questa situazione di emergenza di adottare il seguente comportamento:
  • Dapprima occorre controllare brevemente l'ambiente circostante. Per coloro i quali prestano soccorso esiste forse un rischio di avvelenamento oppure di rimanere folgorati da una scarica elettrica?
  • Se la persona colpita è priva di conoscenza e non respira più normalmente: chiamare aiuto e allarmare il n. 144. Andare a prendere il defibrillatore (AED) oppure richiederlo.
  • Iniziare il massaggio cardiaco. Praticare 30 compressioni toraciche, seguite da 2 insufflazioni con la respirazione artificiale (100-120 al minuto), oppure praticare le compressioni toraciche senza respirazione artificiale.
  • Quando arriva il defibrillatore: seguire le istruzioni riportate sul display dell'apparecchio.
Defibrillatore automatico esterno (AED)
In Svizzera da qualche anno vi sono defibrillatori accessibili liberamente in luoghi pubblici, come le farmacie, gli studi medici, le scuole, i centri commerciali e gli edifici che ospitano uffici. Si tratta di apparecchi studiati appositamente per far sì che possano essere impiegati anche senza corsi d'istruzione né particolari conoscenze. Non appena il defibrillatore viene acceso è infatti in grado di dialogare con chi lo usa, fornendo passo dopo passo le indicazioni precise su cosa occorre fare. Con l'aiuto del defibrillatore è così possibile sormontare al meglio il periodo di tempo che intercorre fino all'arrivo sul posto dei soccorritori.

Quali assicurati SWICA se avete domande sulla vostra salute potete rivolgervi ai medici e al personale medico di sante24, che sono a vostra disposizione per una consulenza telefonica competente e gratuita 24 ore su 24. Su richiesta, sante24 provvederà a fissare una visita medica. Tel. +41 (0)44 404 86 86

05.09.2018

indietro